• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Promuovere la mediazione preservando la qualità

Promuovere la mediazione preservando la qualità

Promuovere la mediazione preservando la qualità
di Laura Di Domenico
Addetto Stampa CONCILIA LEX

Negli ultimi giorni non si fa altro che parlare di incentivi per favorire la diffusione della mediazione civile e commerciale.

Ultimo, in ordine cronologico, l’intervento del Vicepresidente del CSM, Michele Vietti, che in un incontro con l’Avvocato Lorenza Morello, Presidente dell’Associazione Avvocati per la mediazione, ha sostenuto l’utilità della mediazione quale strumento deflattivo del contenzioso civile. Consapevole delle potenzialità di questa nuova disciplina, Vietti presenterà al CSM iniziative volte a sensibilizzare la magistratura verso il metodo conciliativo.

Sulla stessa linea di intenti si è espresso in un’intervista al Sole 24 ore il Ministro della Giustizia, Paola Severino che, partendo dai dati incoraggianti degli ultimi mesi che hanno visto un incremento delle mediazioni iscritte a seguito dell’estensione dell’obbligatorietà alla materia condominiale e a quella del risarcimento dei danni da circolazione stradale, pone l’attenzione sull’esigenza di adoperarsi per diffondere la cultura della mediazione. E’ necessario, sostiene il Guardasigilli, far capire i reali vantaggi di questo nuovo strumento di risoluzione delle controversie capace di far risparmiare tempo e denaro rispetto all’iter giudiziario e di arrecare soddisfazione ad entrambe le parti in lite.

L’organismo di mediazione ed ente di formazione Concilia Lex S.p.A., con sede legale a Nocera Inferiore in provincia di Salerno, auspica da un lato interventi decisivi per promuovere il ricorso alla mediazione e dall’altro interventi mirati per preservare la qualità della mediazione operando, se necessario, una scrematura degli organismi.

Si sta assistendo troppo spesso ad un fenomeno alquanto sconcertante che si potrebbe definire “la corsa al ribasso della mediazione”: organismi che praticano forti sconti sulle indennità di mediazione, altri che la erogano in maniera gratuita, sedi-fantasma, corsi per mediatori erogati a prezzi stracciati con un inevitabile ricasco sulla qualità del servizio reso all’utenza.

E’ lecito chiedersi come un organismo, che pratica tali sconti, affronti i notevoli costi di gestione di una struttura, i costi del personale dipendente, le spese per le attrezzature tecnologiche, i compensi dei mediatori o dei formatori. Quale mediatore esperto gestirebbe una mediazione senza percepire un giusto compenso? Stesso discorso vale per i formatori che svolgono attività di docenza ai corsi formativi.

Se viene meno la qualità della mediazione e della formazione per mediatori, non si può diffondere una buona ed efficace cultura della mediazione. Ragion per cui è indispensabile attivare controlli a tappeto sull’operato degli organismi e degli enti di formazione, stabilire linee guida o introdurre parametri seri e tassativi per tutti gli organismi per preservare la qualità dell’attività di mediazione e di formazione resa agli utenti e contestualmente incentivare tali servizi.

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy