• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Mediazione obbligatoria vs mediazione delegata

Mediazione obbligatoria vs mediazione delegata

Mediazione obbligatoria vs mediazione delegata
di Arianna Attianese
Addetto Marketing CONCILIA LEX

Tarda ad essere pubblicata la sentenza con cui la Corte Costituzionale lo scorso 23 ottobre ha eccepito l’illegittimità costituzionale per eccesso di delega del carattere obbligatorio della mediazione civile. Intanto, i Giudici continuano ad operare in modo puntuale ed invitano le parti in mediazione avvalendosi della cosiddetta mediazione delegata. Sono proprio i Giudici, infatti, che in questo clima di caos e disorientamento per il mondo a.d.r. provvedono a fare un pò di chiarezza e a rimandare le parti in mediazione allorquando sussistono tutti i presupposti per poter esperire il tentativo di conciliazione.

Concilia Lex S.p.A., organismo di mediazione ed ente di formazione per mediatori campano, ha sempre considerato l’operato dei Giudici come un vero e proprio faro per l’istituto della mediazione in grado di illuminare il nuovo percorso che deve essere necessariamente intrapreso per rinnovare l’apparato giudiziario italiano. Tre sono i provvedimenti giurisdizionali di particolare rilievo che si sono susseguiti durante questi giorni di attesa, analizziamoli.

La prima giurisprudenza, post comunicato stampa della Corte, risale all’8 novembre ed è stata emessa dal Giudice del Tribunale di Lamezia Terme, il quale invita le parti ad istaurare la procedura conciliativa in quanto la controversia in esame ha ad oggetto una delle materie obbligatorie previste dall’Art.5 comma I del d.lgs. 28/2010 e precisa che tale norma è ancora valida, poiché non è stata ancora depositata la sentenza di incostituzionalità preannunciata dalla Corte. Inoltre, il Giudice puntualizza che se nel frattempo dovesse essere pubblicata la sentenza, la mediazione dovrà intendersi come delegata ai sensi del comma II dell’Art.5 del d.lgs. 28/2010.

Il giorno successivo, il 9 novembre, è stata emessa un’altra ordinanza in materia di mediazione civile e commerciale con cui il Giudice del Tribunale di Varese invita le parti alla mediazione, precisando che la dichiarazione di incostituzionalità non incide in alcun modo sulla mediazione delegata dal Giudice per due ragioni: in primis perché, ad oggi, si parla di un mero comunicato stampa che non ha prodotto nessun effetto nell’ordinamento giuridico e in secondo luogo, perché la mediazione delegata sarà valida anche dopo la pronuncia.

Ultima giurisprudenza in campo di mediazione è datata 15 novembre, ed è stata emessa dal Giudice del Tribunale di Roma, il quale ha ordinato alle parti di esperire il tentativo di conciliazione, poiché in giudizio sono emersi molteplici elementi che ben potrebbero essere valutati dal mediatore al fine di giungere ad un accordo utile per entrambe, con il duplice vantaggio sia da punto di vista economico che fiscale (Art.17 e 20 del d.lgs.28/2010).

I Giudici attraverso la loro giurisprudenza non stanno facendo altro che inviare dei messaggi di chiarimento, con cui sottolineano l’irrilevanza della dichiarazione di incostituzionalità contenuta nel comunicato stampa ai fini della mediazione delegata e precisano che nessuno gli può vietare o gli potrà contestare la loro volontà di demandare in mediazione le parti coinvolte in giudizio.

Si assiste così al naturale passaggio dalla mediazione obbligatoria alla mediazione delegata. L’organismo di conciliazione Concilia Lex S.p.A. spera che i Giudici, attraverso i loro provvedimenti giurisdizionali, possano avvicinare i cittadini all’istituto della mediazione e contribuire al passaggio da una giustizia lenta e obsoleta ad una giustizia alternativa, celere e vantaggiosa. Il team di Concilia Lex S.p.A. rispetta gli impegni lavorativi assunti e continua a farlo con la passione, il credo e l’impegno di sempre!

È possibile prendere visione dei testi integrali delle ordinanze nella sezione “Centro studi” – sottosezione “Giurisprudenza” del sito www.concilialex.it

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy