• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Linee guida per la mediazione nella Pubblica Amministrazione

Linee guida per la mediazione nella Pubblica Amministrazione

Linee guida per la mediazione nella Pubblica Amministrazione
Adottata la circolare 9/2012 dal Dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri
di Laura Di Domenico
Addetto Stampa CONCILIA LEX

L’organismo di mediazione ed ente di formazione campano, Concilia Lex S.p.A., ha da sempre sottolineato l’importanza di estendere e portare a conoscenza della Pubblica Amministrazione l’istituto della mediazione per una più efficace e celere risoluzione dei conflitti che possono sorgere tra cittadini, imprese e il settore pubblico.

A testimoniare l’impegno di Concilia Lex S.p.A. nella diffusione della disciplina conciliativa all’interno della P.A. sono le convenzioni che l’organismo ha stipulato con istituzioni pubbliche di rilievo come l’ANISAP (l’Associazione Nazionale Istituzioni Sanitarie Ambulatoriali Private) Campania, per mettere a disposizione degli associati lo strumento della mediazione al fine di comporre in maniera più efficiente le controversie che li riguardano, in primis la problematica del recupero dei crediti che queste istituzioni potrebbero vantare verso le AA.SS.LL.

Inoltre, Concilia Lex S.p.A., con sede legale a Nocera Inferiore e sedi operative in tutta Italia, prende spesso parte a numerosi incontri e dibattiti con enti pubblici in qualità di interlocutore per far comprendere i reali benefici derivanti dall’applicazione della mediazione non solo nei casi in cui tale ricorso è obbligatorio ma anche in via facoltativa.

Concilia Lex S.p.A. propone l’inserimento di clausole contrattuali che la P.A. intende stipulare, clausole che demandano la risoluzione di eventuali dispute dinanzi ad un organismo di mediazione prima di adire, se necessario, l’Autorità giurisdizionale.

Dal canto suo, sembra che la P.A. abbia compreso e recepito l’importanza della mediazione tanto è vero che il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha stabilito con la circolare n. 9 del 10 agosto 2012 linee guida inerenti il ricorso alla mediazione che vede coinvolto una Pubblica Amministrazione.

La circolare in questione chiarisce l’ambito di applicazione del ricorso all’istituto della mediazione nel settore pubblico. La disciplina conciliativa non si estende alla materia fiscale, doganale e amministrativa né alla responsabilità dello Stato per atti o omissioni nell’esercizio di pubblici poteri; si applica solo nelle controversie intercorrenti tra privati e Pubbliche Amministrazione che agiscono “jure privatorum” e che riguardano la responsabilità della P.A. per atti di natura non autoritativa.

Il tentativo facoltativo si aggiunge a quello su cui verte l’obbligo di esperire preliminarmente la procedura della mediazione così come previsto all’art. 5 del D.lgs. 28/2010.

La circolare 9/2012 sottolinea, inoltre, il ruolo dell’Avvocatura dello Stato nel procedimento di mediazione: l’organo legale dello Stato interviene presso l’organismo di mediazione solo in casi eccezionali, dettati dalla particolare rilevanza della controversia, e a fronte della richiesta avanzata dall’Amministrazione interessata, svolgendo una funzione consultiva e d’assistenza tecnica, complementare e non sostitutiva del Rappresentante dell’Amministrazione.

La rappresentanza dell’Amministrazione dinanzi all’organismo di mediazione è espletata dal dirigente dell’Ufficio dirigenziale generale competente sulla materia oggetto della controversia oppure da un altro dirigente all’uopo delegato.

Si precisa nella circolare che nei casi di controversie di particolare rilievo l’Amministrazione può formulare motivata richiesta di parere all’Avvocatura dello Stato e chiedere all’organismo di mediazione un termine più congruo per richiedere tale parere e ricevere riscontro in merito.

“Un bel passo in avanti e un segnale positivo nel panorama della mediazione civile e commerciale che necessita di stimoli ed incentivi pregnanti da parte delle istituzioni per una sua corretta diffusione e per un’ effettiva presa di coscienza dei suoi reali benefici”, questo il breve commento del neo-Amministratore di Concilia Lex S.p.A., la Dott.ssa Maria Rosaria Ferrara, in merito alla recente adozione della circolare 9/2012.

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy