• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Impulso del Governo alla mediazione civile

Impulso del Governo alla mediazione civile

Impulso del Governo alla mediazione civile
di Laura Di Domenico
Addetto Stampa CONCILIA LEX

La linea del Governo sembra essere quella di dare impulso alla mediazione civile e commerciale per far sì che le parti che vivono una controversia possano risolverla in tempi brevi e a costi contenuti rispetto a quelli processuali riducendo il carico del contenzioso civile che affossa il Sistema Giustizia in Italia.

A dimostrarlo nei giorni scorsi è l’intervento del Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia, Augusta Iannini, in un convegno presso la Corte d’Appello di Milano. Il magistrato ha affermato che il dicastero di Via Arenula, a seguito della Legge sulle liberalizzazioni delle professioni che ha abolito le tariffe, sta lavorando per individuare i parametri per le prestazioni professionali da adottare in caso di liquidazione giudiziale.

Novità di rilievo riguardano la previsione di grossi incentivi per i professionisti che fanno attività stragiudiziale e di notevoli incentivi in termini di aumento della prestazione per i professionisti che conducono le parti ad una mediazione.

Sulla stessa linea interviene il Decreto – Legge 83/2012 che prevede misure urgenti per la crescita. Tra queste la previsione per cui colui, che in sede di mediazione rifiuta l’accordo, non ha diritto al processo breve né ad un indennizzo per processi lumaca.

In sostanza si tratta di interventi che hanno la stessa finalità: incentivare la mediazione quale strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie civili e commerciali alleggerendo il macigno dei contenziosi, che sta portando al collasso dei tribunali, e favorendo la diffusione di un metodo più innovativo, celere ed efficiente di composizione dei conflitti con il massimo coinvolgimento delle parti interessate e degli eventuali legali di fiducia.

A tal proposito l’organismo di mediazione ed ente di formazione Concilia Lex S.p.A. ritiene positivo l’indirizzo governativo di promuovere il ricorso alla mediazione date le enormi potenzialità di questo strumento che si sposano perfettamente con il piano di crescita del Paese sia da un punto di vista economico che occupazionale. Basta pensare agli innumerevoli posti di lavoro creati dagli organismi di mediazione ed enti di formazione accreditati presso il Ministero della Giustizia e ai tempi e ai costi risparmiati dalle parti che si sono conciliate in sede di mediazione! Benefici che in un periodo di crisi come quello che l’Italia sta attraversando devono essere tenuti in giusta considerazione dalle istituzioni governative.

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy