• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Fine lavori Commissione Alpa: proposta soddisfacente?

Fine lavori Commissione Alpa: proposta soddisfacente?

Si sono recentemente conclusi i lavori della Commissione Alpa, nata per espressa volontà del Ministero di Giustizia un anno fa ( il 7 marzo 2016 per l’esattezza).

La “Commissione di studio per l’elaborazione di ipotesi di organica disciplina e riforma degli strumenti di degiurisdizionalizzazione, con particolare riguardo alla mediazione, alla negoziazione assistita e all’arbitrato”, in realtà ha deluso in parte le aspettative degli addetti ai lavori.

Tenendo conto che Ministro e Sottosegretari hanno sempre dichiarato che i lavori in questione non avrebbero costituito disegno di legge, sulla mediazione ci si aspettava francamente molto di più alla luce, ripetiamo, dei dati statistici ministeriali e non sicuramente di quelli sbandierati “ad usum delphini” dai detrattori dell’istituto

Quindi al di là della legiferazione del famigerato principio di effettività, di un insignificante aumento delle materie oggetto di condizione di procedibilità e di un’ennesima proroga di quest’ultima si registra una sostanziale delusione, ma visti i precedenti la cosa non sorprende affatto.

Ma che cosa ci si aspettava da questi lavori? Intanto una presa d’atto ufficiale della crescita dell’istituto e quindi un suo riconoscimento per una sua conferma definitiva: dopo 7 anni proporre l’ennesima proroga è francamente discutibile, ma pare che tale impulso cadrà nel vuoto in quanto sulla base degli ottimi risultati ottenuti dalla mediazione negli ultimi quattro anni, il Ministero dello Sviluppo Economico ha proposto un emendamento all’art. 53 del disegno di legge concorrenza (AS 2085 A) volto a stabilizzare permanentemente le disposizioni del comma 1bis dell’art. 5 del Dlgs 28/2010.

Altro punto poco considerato è stato un possibile ed auspicato ampliamento delle materie ex art. 5 relativo ai rapporti tra imprese, ma anche in questo caso, in base a quanto dichiarato dal Ministero, vi sarà un riscontro positivo in sede legislativa.

Il buio totale invece si riscontra sul punto nevralgico per una crescita significativa della mediazione: la formazione. Sul punto nemmeno un breve cenno il che appare francamente sconcertante e ne parleremo prossimamente su questo blog.

Quindi l’interrogativo da porsi è quanto sia realmente organica ed efficace la proposta Alpa: al Ministero ed al Legislatore l’ardua sentenza.

A cura del Responsabile Scientifico Concilia Lex S.p.A. Avv.Pietro Elia

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy