• Sei qui:
  • Home >
  • News >
  • Illegittimità costituzionale per il D.lgs 28 del 2010 per eccesso di delega

Illegittimità costituzionale per il D.lgs 28 del 2010 per eccesso di delega

Illegittimità costituzionale per il D.lgs 28 del 2010 per eccesso di delega
di Laura Di Domenico
Addetto Stampa CONCILIA LEX

Sconcerto nel mondo della mediazione civile per la decisione della Corte Costituzionale che oggi ha dichiarato l’ illegittimità costituzionale, per eccesso di delega legislativa, del D.lgs. 28/2010 nella parte in cui è previsto il carattere obbligatorio della mediazione.

Le motivazioni a cui la Corte è giunta nell’accoglimento delle eccezioni d’incostituzionalità sono da ricercarsi “nell’eccesso di delega” da parte del Governo. Questa è la dimostrazione tangibile che l’istituto della mediazione non è stato completamente disatteso ma si è trattato, per dirlo in parole semplici, di un “errore formale” da parte del Governo.

A poche ore dalla notizia diramata dall’Ufficio stampa della Consulta, la Dott.ssa Maria Rosaria Ferrara, Amministratore di Concilia Lex S.p.A., organismo di mediazione ed ente di formazione per mediatori campano, dichiara: “Esprimo una certa delusione derivante non tanto dalla decisione della Consulta ma quanto dall’incapacità delle istituzioni che erano a conoscenza sin dall’inizio dell’ eccesso di delega in cui era incorso il Governo. Stando così le cose, il problema potrebbe essere risolto eventualmente mediante la formulazione di un decreto legge da convertirsi in legge, oppure mediante una legge ad hoc. Ad onor del vero, entrambe le ipotesi sono alquanto remote, data la prossimità delle elezioni politiche previste per il prossimo maggio. Manifesto, dunque, rammarico perché questa società, si è da sempre impegnata nel favorire la divulgazione della mediazione affrontando sacrifici enormi dovuti ai cospicui investimenti fatti in termini di risorse umane, tecnologiche, strutturali e promozionali. Ma la carta vincente di Concilia Lex S.p.A. sta nella sua capacità di andare avanti e non arrendersi dinanzi alle difficoltà per cui ribadisco l’impegno, unitamente ad altri organismi, formatori e mediatori, di sostenere e promuovere la mediazione obbligatoria che ad oggi appare l’unica ed imprescindibile condizione affinché l’istituto abbia motivo di esistere. Come sostenuto più volte, ritengo che l’obbligatorietà della mediazione in Italia è indispensabile per favorire quel cambiamento culturale che altrimenti verrebbe a mancare”.

Tutta la disponibilità e l'efficienza del Team Concilia Lex!

La Concilia Lex S.p.A. mette a disposizione dell’utente, tutta la disponibilità ed efficienza, di personale altamente qualificato, per rispondere ad ogni problematica relativa alle attività svolte ed ai servizi erogati dalla società.

E’ possibile chiamare il nostro centralino al n. verde 800 482977 per parlare con una nostra operatrice, che saprà fornire tutte le risposte alle vostre domande, dalla gestione di una pratica, alla presentazione di un’istanza oppure semplicemente ricevere informazioni sugli orari d'ufficio.

Non esitare, contattaci!

Lascia i tuoi dati e un nostro esperto ti ricontatterà presto

Cliccare sul check di controllo

*Inviando accetti la Politica sulla Privacy